Finanziamenti – Agevolazioni

Servizi e consulenze

Esegui una nuova ricerca

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#adessonews
Agevolazioni
Agevolazioni finsubito
Agricoltura
Economia
Immobili
Legislazione
Prestiti - Mutui
Prestito aziendale
video news dalla rete


A Napoli e più in generale nell’area metropolitana, secondo l’indice dei prezzi pubblicato da idealista, portale immobiliare leader nel settore immobiliare, c’è enorme fibrillazione.  Se il costo medio delle locazioni chiude il 2023 con l’impennata record del 13,8%, il fronte delle compravendite appare ancora più caldo.

Napoli fa il botto

“Napoli ha chiuso l’anno col botto” si legge sul portale che registra un aumento dei valori immobiliari dell’11,8% negli ultimi 12 mesi (più 5,5% nell’ultimo trimestre).  Il prezzo medio (con notevoli differenze tra quartieri, ndr.) arriva così a 2.750 euro al metro quadro, rendendo la nostra città vera e propria star della classifica dei rincari dei prezzi per le compravendite immobiliari. La matematica impone però precisione: il portale avvisa quindi che nonostante la straordinaria performance del 2023, tuttavia, il calo accumulato dal mattone partenopeo ammonta al 12,9% rispetto ai massimi toccati nel 2012.

Oltre a Napoli, i maggiori incrementi su base annua a livello di capoluoghi spettano a Oristano (12,3%) e Barletta (11,2%), seguiti da Biella (9,8%), Imperia (9,7%), Padova (9,6%) e Bergamo (9,4%).

Anomalia Napoli

“Il mercato immobiliare a Napoli è attualmente caratterizzato da una serie di dinamiche uniche che influenzano notevolmente le decisioni di acquisto e locazione. La carenza di immobili è un elemento centrale, accentuato dal fenomeno dell’accentramento verso il centro urbano. Napoli si distingue da molte altre metropoli, dove spesso si osserva una tendenza ad allontanarsi dal centro. Al contrario, qui si nota una forte inclinazione ad accentrarsi, con quartieri come il Centro, Vomero, Chiaia e Posillipo che diventano ancor più attraenti e questo fa lievitare le richieste dei venditori”.

Richiedi un Finanziamento

Finanziamenti – Agevolazioni

Servizi e consulenze

personale o aziendali

 

Quartieri di fuoco

Dunque crescita superiore alla media cittadina nel Centro Storico (17,9%), seguito da Capodimonte-Materdei-San Carlo all’Arena (8,3%) e Poggioreale-Vicaria (8%).

A differenza delle aree periferiche di Pianura-Soccavo-Camaldoli (-1%) e Ponticelli-San Giovanni a Teduccio (-0,5%), tutte le altre zone della città sperimentano un aumento, ad iniziare da Fuorigrotta-Bagnoli (6,4%), Vomero-Arenella (5,3%), Posillipo-Chiaia-San Ferdinando (3,8%) e Chiaiano-Zona Ospedaliera-Scampia (3,8%).

Le star

Posillipo-Chiaia-San Ferdinando con 4.720 euro e Vomero-Arenella con 4.082 euro al metro quadro rappresentano le zone con i valori più elevati del capoluogo partenopeo.

Al di sotto della media cittadina di 2.750 euro si posizionano gli altri distretti cittadini, con valori compresi tra 2.731 euro di Fuorigrotta-Bagnoli e i 1.377 di Ponticelli-San Giovanni a Teduccio, il quartiere più economico della città.

La rimonta della provincia

Negli ultimi 12 mesi, i prezzi delle case sono saliti dell’1,5% anche in provincia, attestandosi a 1.377 euro al metro quadro di media.

Se si guarda la situazione dei 43 mercati dell’hinterland rilevati, l’andamento è contrastato: 23 centri presentano un aumento dei valori rispetto a 12 mesi fa, guidati da Arzano (9,9%), Massa Lubrense (9,5%) e Pompei (8,3%).

Finanziamenti – Agevolazioni

Servizi e consulenze

Gli incrementi di altri 12 comuni sono superiori alla media provinciale del periodo e vanno dal 7,9% di Giugliano al 2% di Boscoreale.

Richiedi un Finanziamento

personale o aziendali

 

Gli aumenti di Portici e Cimitile coincidono con la crescita dell’1,5% registrata a livello provinciale, poi rialzi contenuti per altri 5 comuni fino all’aumento marginale di Capri (0,1%). Sul versante opposto, i maggiori cali interessano Ottaviano (-12,4%) e Frattaminore (-8%). Seguono, tra i comuni con i maggiori ribassi Caivano e Palma Campania (entrambi -6,4%). Capri (9.280 euro/m2) è il comune più caro a livello provinciale, seguito da Anacapri (7.168euro/m2) e Massa Lubrense (4.050 euro/m2). I centri più economici sono Cicciano (962euro/m2) e Roccarainola (850 euro/m2).



Source link

Finanziamenti – Agevolazioni

Servizi e consulenze

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,
come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.
Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.
L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

Finanziamenti – Agevolazioni

Servizi e consulenze

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,
come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.
Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.
L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

Finanziamenti – Agevolazioni

Servizi e consulenze