Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoaste
01_post_Lazio
Abruzzo
Agevolazioni
Agevolazioni #finsubito
Alghero aste
Cagliari aste
Chieti
Emilia Romagna aste
Firenze aste
Italia aste
L'Aquila
Lazio aste
Lombardia aste
News aste
Olbia aste
Post dalla rete
Roma aste
Sardegna aste
Sassari aste
Toscana aste
Zes agevolazioni
   


diGabriele Guccione

Rilevazione Bidimedia: il centrosinistra è indietro di 20 punti, il M5S non arriva al 10%

Senza rivali (come ampiamente previsto) l’uscente Alberto Cirio viaggia spedito verso la riconferma a numero uno del Piemonte. Ciò che tutti gli osservatori davano per scontato ormai da mesi — e cioè che il governatore non si trova a dover fare i conti con alcun avversario degno di questo nome — viene confermato ora anche dai sondaggi

Una rilevazione condotta da Bidimedia, su commissione de Lo Spiffero, non solo dà il presidente vittorioso con il 56 per cento ma attesta che la sfidante Gianna Pentenero non è di fatto neanche della partita, visto che secondo le intenzioni di voto espresse tra il 20 e il 24 aprile da un campione di 1.000 elettori piemontesi (su 1.729 contatti totali) sarebbe indietro di oltre venti punti con il 34,1%. Irrilevante, anche qualora si fosse scelta la strada del campo largo con Pd-M5S, il contributo dei 5 Stelle, la cui candidata Sarah Disabato non arriverebbe neanche alla doppia cifra, fermandosi all’8,8% (cinque anni fa avevano preso il 13,6%).




















































Quello che andrà in scena nelle urne i prossimi 8 e 9 giugno si preannuncia insomma come un copione già scritto. Che per il centrosinistra la sfida non fosse facile era arcinoto, ma i tentennamenti, le indecisioni, gli scontri interni e le vicende giudiziarie che hanno sfiorato il Pd, oltre alla scelta di una candidata presidente dettata più dalle logiche correntizie che dall’analisi del potenziale elettorale, hanno allargato ancora di più il divario rispetto ai sondaggi dell’autunno scorso (a ottobre Winpoll attestava Cirio al 51% mentre nel 2019 era stato eletto con il 49%).

Secondo la rilevazione, il Pd dovrebbe incassare il 21,6% dei consensi. Alle sue spalle la lista Stati Uniti d’Europa (5,8%), Alleanza Verdi e Sinistra (4,5%) e poi le due civiche Monviso-Torino Domani all’1,7% e la lista Ambientalista e Solidale all’1%.

Il divario sembra diventato incolmabile, insomma. E le vere sorprese, se ci saranno, riguarderanno al massimo gli equilibri interni al centrodestra. Se infatti nessuno mette in discussione la supremazia di Fratelli d’Italia (data al 27%) e se Noi Moderati si ferma all’1%, la Lega e Forza Italia si contendono il secondo gradino del podio nella coalizione. 

Il sondaggio di Bidimedia li attesta rispettivamente al 12,1% e al 9,9% ma in una competizione elettorale dove nelle liste sono i candidati, con le loro preferenze, a fare la differenza tutto può ancora accadere.
E non a caso, nel tentativo di rafforzarsi e di evitare di perdere voti a favore della lista civica di Cirio (accreditata al 5,8%), gli azzurri presenteranno oggi, alla presenza del coordinatore regionale e ministro della Pubblica amministrazione Paolo Zangrillo, l’accordo con l’Udc e il Pli. Del resto, sempre secondo il sondaggio Bidimedia, della formazione civica del governatore, l’1,2% verrebbe drenato proprio da partito di Berlusconi di cui Cirio è pure vicesegretario nazionale, l’1,9 lo porterebbe in dote Azione che non presenterà il simbolo e ha già espresso il suo sostegno a Cirio, mentre un altro un per cento verrebbe diviso equamente tra gli altri partiti (in particolare FdI e Lega) e gli indecisi.

Il patto Tajani-Cesa dovrebbe dunque consentire ai berlusconiani di ricevere in dote almeno un candidato di peso: si tratta dell’ex leghista canavesano Claudio Leone, consigliere regionale uscente che alle ultime elezioni aveva raccolto quasi 3 mila preferenze. E così, oltre a Leone e all’altro canavesano (anche lui ex leghista) Mauro Fava, il partito degli azzurri dovrebbe poter mettere in campo a Torino e provincia una lista altamente competitiva, con l’assessore uscente Andrea Tronzano, il capogruppo Paolo Ruzzola e l’ex deputato Carlo Giacometto.

Su Instagram

Siamo anche su Instagram, seguici: https://www.instagram.com/corriere.torino/?hl=it

La newsletter del Corriere Torino

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie di Torino e del Piemonte iscriviti gratis alla newsletter del Corriere Torino. Arriva tutti i giorni direttamente nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Basta cliccare qui

29 aprile 2024



 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui