Prestiti personali immediati

Mutui e prestiti aziendali

Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoaste
01_post_Lazio
Abruzzo
Agevolazioni
Agevolazioni #finsubito
Alghero aste
Cagliari aste
Chieti
Emilia Romagna aste
Firenze aste
Italia aste
L'Aquila
Lazio aste
Lombardia aste
News aste
Olbia aste
Post dalla rete
Roma aste
Sardegna aste
Sassari aste
Toscana aste
Zes agevolazioni
   


Emanato il decreto dell’assessorato che conferma il sostegno di 2.500 o 5.000 euro a chi acquista mezzi elettrici o ibridi. L’obiettivo è ridurre l’inquinamento atmosferico incentivando il ricorso a veicoli green. Ecco chi può beneficiarne

PALERMO – Ridurre le emissioni del traffico veicolare si può e si deve, e la Regione siciliana vuole sostenere il cambiamento con un contributo per l’acquisto di auto ecologiche. L’assessorato regionale delle Infrastrutture e mobilità ha emesso il decreto per l’accesso ai fondi, come previsto dall’articolo 87 della legge regionale 15 aprile 2021, n. 9, che stabilisce che “al fine di ridurre l’inquinamento atmosferico, migliorare la qualità dell’aria e promuovere una mobilità sostenibile, la Regione è autorizzata a concedere contributi a persone fisiche per la rottamazione di veicoli usati di classe da Euro 0 a Euro 3 e per il conseguente acquisto di veicoli con alimentazione elettrica o ibrida di classe Euro 6”.

Contributo di 5.000 euro per l’acquisto di un veicolo elettrico

Fino all’esaurimento delle somme stanziate nell’esercizio finanziario 2024, il contributo erogabile per l’acquisto del veicolo nuovo con alimentazione elettrica è pari a 5 mila euro, mentre per l’acquisto del veicolo nuovo full ibrida di classe Euro 6 è pari a 2.500 euro. Per i residenti nei Comuni di Leni, Malfa, Santa Marina Salina, Lipari, Lampedusa e Linosa, Pantelleria, Favignana e Ustica ed i cosiddetti “comuni montani”, il contributo è incrementato di mille euro. La richiesta andrà presentata entro il 30 novembre prossimo.

I beneficiari sono le persone fisiche che risiedono in un Comune del territorio della Regione siciliana alla data di pubblicazione del decreto, in possesso di patente di guida B e BS, che vogliono acquistare un veicolo di prima immatricolazione con alimentazione elettrica o full ibrida di classe Euro 6. Ogni soggetto può presentare una sola domanda di contributo per l’acquisto di un solo veicolo. Il mezzo acquistato deve essere intestato o cointestato al soggetto beneficiario e la proprietà deve essere mantenuta per almeno 18 mesi successivi a tale intestazione o cointestazione, pena la revoca del contributo.

Il concessionario venditore potrà direttamente anticipare il contributo all’atto dell’acquisto, richiedendone il rimborso al dipartimento regionale Infrastrutture, della mobilità e dei trasporti. In questo caso, il concessionario venditore, per ottenere il rimborso del credito anticipato al beneficiario del contributo regionale, dovrà ottenere dall’acquirente l’atto di cessione del credito a proprio nome. Non potrà essere erogato il contributo con il contratto di leasing operativo. Per accedere al contributo dovrà essere presentata l’istanza, redatta secondo il modello preparato dall’assessorato, e trasmessa esclusivamente a mezzo posta elettronica certificata all’indirizzo istituzionale del dipartimento delle Infrastrutture.

Contributo fino ad esaurimento fondi

L’assessorato, con apposito decreto, nominerà una commissione interna di verifica formale dei requisiti e della documentazione. A seguito dell’istruttoria da parte della commissione interna, l’amministrazione regionale predisporrà, sulla base dell’ordine cronologico di presentazione dell’istanza e fino ad esaurimento dei fondi disponibili, l’impegno e la liquidazione agli aventi diritto al contributo. I fondi disponibili per il 2024 sono appena 94 mila, contro i 344 mila della prima previsione. Ma si vocifera della possibilità di aumentare il budget nel corso dell’anno. Per il 2025 e il 2026 è previsto uno stanziamento di 250 mila euro per ciascun anno.

I contributi regionali si vanno ad affiancare ai contributi messi a disposizione dal ministero delle Imprese e del made in Italy per acquistare veicoli non inquinanti. Quelli attualmente in vigore seguono lo stesso schema degli anni scorsi, con bonus fino a 5.000 euro per le auto elettriche e a 4.000 euro per le ibride plug-in, mentre la dotazione per le auto termiche è già terminata.

Tuttavia, si attendono a breve notizie dei nuovi incentivi 2024, che saranno disponibili nelle prossime settimane e che promettono sconti molto più sostanziosi, fino a 13.750 euro, e una rinnovata e ben più ampia dotazione per le auto a benzina e diesel e ibride tradizionali, anche usate.



 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Prestiti personali immediati

Mutui e prestiti aziendali

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui