Prestiti personali immediati

Mutui e prestiti aziendali

Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoaste
01_post_Lazio
Abruzzo
Agevolazioni
Agevolazioni #finsubito
Alghero aste
Cagliari aste
Chieti
Emilia Romagna aste
Firenze aste
Italia aste
L'Aquila
Lazio aste
Lombardia aste
News aste
Olbia aste
Post dalla rete
Roma aste
Sardegna aste
Sassari aste
Toscana aste
Zes agevolazioni
   


L’operatività reale della Zona economica speciale (Zes) del Mezzogiorno passa anche da un rafforzamento del capitale umano che avrà a disposizione. È il presupposto da cui parte il decreto coesione nella scelta di introdurre – su input del ministero dell’Università guidato da Anna Maria Bernini – un fondo “Ricerca Sud” che favorisca il rientro (meglio se dall’estero) di cervelli o la creazione di spin-off per supportare il rilancio delle Regioni meridionali. A disposizione ci sono 1,2 miliardi di euro prelevabili dai plafond dei nuovi Pn Ric 2021-27 e Fondo sviluppo coesione (Fsc) 2021-27 oltre che dagli avanzi dell’ormai vecchio Piano Sviluppo e coesione 2014-20. Dal Dl arrivano novità anche sul fronte scuola a partire dalla proroga fino al 15 giugno dei 6mila contratti a termine per altrettanti collaboratori scolastici impegnati su progetti del Piano nazionale di ripresa e resilienza e Agenda Sud.

La proroga dei contratti per gli Ata

Più nel dettaglio, il rinnovo interessa 6.147 lavoratori Ata che avevano visto scadere il contratto il 15 aprile scorso e che a partire da domani possono essere riassunti. Per farlo sul piatto ci sono 18,5 milioni di euro, 14 dei quali a carico del bilancio del ministero dell’Istruzione e del Merito. Per la precisione dal Fondo di funzionamento per le istituzioni scolastiche per l’anno 2024, che verrà reintegrato di un’identica somma per la quota parte che incide sull’esercizio finanziario del 2025. Risorse che si aggiungono agli oltre 112 milioni che lo stesso Mim aveva individuato prima con il “decreto Caivano” e poi con la legge di bilancio per il 2024 e che portano il ministro Giuseppe Valditara a dire: «Manteniamo fede a un preciso impegno verso i lavoratori assunti per i servizi a supporto delle scuole per i progetti del Pnrr e di Agenda Sud».

Gli altri interventi del Mim

Sempre sul fronte scuola il decreto coesione si focalizza anche sull’impiego delle risorse del Programma nazionale “Scuola e competenze” 2021-2027, attivando tre diversi canali di finanziamento: 200 milioni di euro per il potenziamento delle palestre previsto nel Piano di ripresa e resilienza; altri 100 milioni riguardano la fornitura di arredi didattici innovativi negli asili che hanno ottenuto fondi dal Pnrr; ulteriori 150 milioni vanno ai laboratori innovativi nelle aree ad alta dispersione scolastica.

Il Fondo Ricerca Sud

Il gioco di sponda con il Pnrr lo troviamo anche nel Fondo Ricerca Sud voluto dal Mur e citato poc’anzi, che rifinalizza, da un lato, 1,06 miliardi del Pn Ric 2021-2027 e, dall’altro, 150 milioni el Fsc 2021-27 (più economie dei vecchi fondi) per spingere la Zes unica del Sud. Oltre alla mobilità di personale specializzato (professori e ricercatori universitari) si punta a rafforzare il capitale umano nelle infrastrutture di ricerca da Roma in giù e sostenere la nascita di spin-off nel nome del trasferimento tecnologico e di una nuova politica industriale.

 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui