Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoaste
01_post_Lazio
Abruzzo
Agevolazioni
Agevolazioni #finsubito
Alghero aste
Cagliari aste
Chieti
Emilia Romagna aste
Firenze aste
Italia aste
L'Aquila
Lazio aste
Lombardia aste
News aste
Olbia aste
Post dalla rete
Roma aste
Sardegna aste
Sassari aste
Toscana aste
Zes agevolazioni
   


Paolo chiede:

Nel 2023 ho terminato i lavori con Superbonus 110 e con il 730/2024 ho compensato la prima delle 4 rate di credito d’imposta. Non avendo più capienza fiscale vorrei cedere le rate residue ad una società di capitali. Ma, se ho ben inteso, con le novità apportate al DL 39/2024 non lo potrò più fare: corretto? Cosa succede alla prima rata calcolata in quattro quote che avevo già indicato nella dichiarazione di quest’anno?

Il Decreto Taglia Incentivi (DL 39/2024) esclude in effetti la possibilità di cedere le rate residue del Superbonus non ancora portate in detrazione. In realtà, questa disposizione non è ancora in vigore: approvata durante l’iter di approvazione del decreto in Senato, sarà applicabile a partire dalla data di entrata in vigore della legge di conversione, alle battute finali alla Camera.

La nuova disposizione prevede il divieto di cessione del credito in relazione alle rate residue non ancora fruite delle detrazioni derivanti dalle spese per gli interventi edilizi.

Per quanto riguarda la detrazione, invece, la quota utilizzata resta legittimamente applicata. Se lei non ha sufficiente capienza fiscale il prossimo anno però, perderà la quota imputabile alla dichiarazione 2025 perché non è possibile riportarla sulle dichiarazioni successive.

Potrà invece utilizzare, eventualmente, le due quote residue nei successivi anni d’imposta, qualora torni ad avere sufficiente capienza fiscale.

Non mi pare che lei possa nemmeno utilizzare la norma spalma-crediti, che consente di suddividere la detrazione in dieci quote annuali e va incontro proprio alle situazioni come la sua, in cui non c’è sufficiente spazio fiscale per assorbire la detrazione su quattro anni.

Questa norma si applica però solo alle spese sostenute nel 2024, non consente l’allungamento del periodo di applicazione della detrazione per chi ha già iniziato a fruirne.

Risposta di Barbara Weisz

 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui